martedì 28 luglio 2015

Spazio agli autori: "Da qualche parte oltre l'arcobaleno" di Emiliano Petrone

Nuova presentazione dedicata alla rubrica "Spazio agli autori" e oggi vi propongo il romanzo d'esordio di Emiliano Petrone uscito a febbraio 2015.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Da qualche parte oltre l'arcobaleno
AUTORE: Emiliano Petrone
EDITORE: Lettere Animate
PAGINE: 220 pg
PREZZO: 1,99 euro

Link acquisto: Amazon! 

TRAMA

Federico è un ragazzo di ventotto anni che ha appena perso il lavoro di copywriter. Vive nel rimorso di aver abbandonato, anni prima, il suo sogno: diventare attore e commediografo teatrale. Alla base di questa rinuncia, la volontà del padre, di vederlo con un lavoro stabile e non inseguire la via dell’artista, timoroso che sia una strada complicata e dal futuro incerto. Come se non bastasse, la morte della madre, avvenuta due anni prima, è l’evento che ha dato inizio al periodo più difficile della sua vita. Un vortice negativo da cui non sa come uscire che lo porta a distruggere anche la relazione con Arianna, sua compagna da nove anni. L’incontro inaspettato con Carlo però, che non vede dai tempi delle elementari, lo proietta verso una nuova vita che mai avrebbe immaginato. L’amico, infatti, gli propone di andare in America con lui, ricoprendo una mansione all’hotel cui è il giovanissimo direttore. Un salto nel buio che gli regala una seconda possibilità, un nuovo amore e la speranza che il peggio sia finalmente solo un lontano ricordo. Ma gli spettri del passato sono sempre in agguato e metteranno Federico di nuovo davanti a scelte importanti; decisioni che potranno cambiare ancora una volta la sua vita e rischiare di fargli perdere tutto.

BIOGRAFIA

Mi chiamo Emiliano Petrone, ho trentacinque anni e lavoro in un’azienda informatica da quasi quindici anni, ricoprendo attualmente il ruolo di tecnico software. In un passato piuttosto recente, ho svolto anche la mansione di service manager, gestendo i gruppi di lavoro su clienti molto importanti, ma poi la crisi che si è abbattuta sul paese ha portato la società quasi al fallimento e per restare aggrappato al posto di lavoro, ho accettato di fare un passo indietro e tornare ai vecchi tempi. Mi sono rimboccato le maniche e ho ricominciato da dove avevo iniziato. Ed è proprio in quel periodo così difficile che ho deciso di dare sfogo alla mia passione per la scrittura, mettendo in campo le idee tenute da parte per molto, forse troppo, tempo.
La volontà è quella di continuare a scrivere, cercare il confronto senza il timore di essere criticato e prendere, dalle critiche stesse, lo spunto per dare ancora di più e migliorare. Non scrivo per vendere libri, ma per raccontare storie che possano portare qualcosa di buono al potenziale lettore.


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog