Cerca nel blog

mercoledì 15 luglio 2015

Recensione: "La Dannazione della Sirena" di Ornella Calcagnile

La mia nuova recensione è dedicata ad un racconto che l'autrice Ornella Calcagnile mi ha inviato e che con piacere ho letto. Qui sotto trovate anche il link alla precedente recensione dedicata a lei e al sua nuova storia pubblicata per Dunwich Edizioni.

La Recensione di "Il Tocco dell'Aldilà" (Dunwich Edizioni): QUI!

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: La Dannazione della Sirena
AUTORE: Ornella Calcagnile
PAGINE: 26 pg
PREZZO ebook: 0,99 euro

LINK ACQUISTO: Amazon!

TRAMA

L’oceano nasconde rare beltà come sirene e tritoni. Ma la bellezza e la longevità, il privilegio di vivere sia negli abissi che sulla terra, hanno caro prezzo: la dannazione.
Tide è una sirena che rifiuta i lati oscuri della sua specie e prima che la maledizione tocchi anche lei, scappa per vivere serenamente ciò che le resta della sua esistenza. Si nasconde nel Mediterraneo dove si lascia cullare dal calore delle sue acque e delle popolazioni costiere, finché non si innamora di Marsiglia e non incontra Florian, che le regala nuove sensazioni e sapori. L’idillio, purtroppo, si interrompe sul nascere; le sorelle della giovane sirena, dopo aver ucciso Florian, trascinano Tide nel loro regno, punendola duramente e riportandola sulla retta via. Lei è la loro adescatrice di uomini, ha il compito di sfamare la sua famiglia con carni umane, da cui dipende la loro sopravvivenza.

Tide, determinata a non subire più castighi, accetta con rammarico quel ruolo che da sempre la opprime e che detesta, ma una sera quella fermezza vacilla: Enrico, giovane italiano, le riporta alla mente ricordi tanto piacevoli quanto dolorosi, ponendola nuovamente di fronte a una scelta, in bilico tra coscienza e razionalità: risparmiarlo o cedere alle pressioni delle sue fameliche sorelle?

AUTORE

Ornella Calcagnile, nata a Napoli nel 1986, diplomata all’Istituto D’Arte, laureata in Scienze della Comunicazio­ne, ha sempre avuto un debole per tutto ciò che riguarda la creatività: grafica, disegno, fotografia, video-editing, fu­metto e cinema.
Inizia a scrivere nel 2008 per dare sfogo alla sua fantasia ma con il tempo nasce una vera e propria passione che la indu­ce a creare un blog di racconti e a lavorare sei mesi come co­pywriter, avvicinandola ulteriormente al mondo dell’elabora­zione testi e della comunicazione.
Nel 2012 apre un lit-blog Peccati di Penna dedicato alle re­censioni e alla presentazione di giovani autori.
Nel 2013 esordisce come autrice con il romanzo urban fan­tasy Helena, pubblicato con Ute Libri.
Nel 2014 si cimenta in alcune auto-pubblicazioni:
- Black The Hunter; racconto urban fantasy auto-pubblica­to, spin-off di Helena, (2014);
- È la mia natura; racconto horror con contaminazione ur­ban fantasy, auto-pubblicato (2014);
- Fil Rouge; romanzo rosa contemporaneo (2014);
- Spicchi di Luna; racconto urban fantasy auto-pubblicato (2014).
Nel 2015 pubblica:
- La Dannazione Della Sirena; racconto urban fantasy dark edito Lettere Animate Editore;
- Il tocco dell’aldilà; racconto urban fantasy edito da Dun­wich Edizioni.
Il suo sogno è diventare una brava scrittrice, trasmettere emozioni e creare avventure in cui il lettore possa perder­si.

Twitter: @OCalcagnile


RECENSIONE

L'oceano nasconde due mondi: le sirene e i tritoni. Le prime sono numerose mentre i tritoni sono pochi e vivono in colonie diverse. 
Le sirene prima dei 25 anni hanno il diritto di salire in superficie con un tritone per l'accoppiamento. Appena il neonato sviluppa le branchie, la famiglia torna in mare e il bambino a seconda del suo sesso segue la propria colonia. 
I tritoni hanno solo il compito di procreare e l'amore non viene contemplato essendo loro di numero minore. Lo scopo delle sirene è di incantare attraverso la loro bellezza gli umani per cibarsi.

"La nostra razza era nata maledetta, per tenere in vita la nostra parte umana dovevamo nutrirla di sangue e carne antropica, e le più piccole di noi dovevano fare da esca."

La storia racconta di Tide, una sirena, la quale non sopporta più il suo mondo e il suo modo di vivere. Cerca di sfuggire e per un lungo periodo si ritroverà a vagare cercando di non portare le proprie sorelle sulle sue tracce ma purtroppo viene trovata.
Tide viene rinchiusa in una grotta e dopo un anno viene liberata. Un giorno, durante una delle sue uscite in superficie per fare da esca per le sorelle, conosce Enrico.

"Solitamente, gli uomini mi vedevano come un frutto proibito, una purezza da cogliere e da insudiciare con le loro mani avide di lussuria, ma non con lui. Enrico era diverso."

Le sirene che descrive l'autrice richiamano l'immagine di bellezza e crudeltà e forse si avvicinano maggiormente alla vera figura di questa creatura.
Come ho già notato in un precedente racconto, lo stile e il modo in cui l'autrice scrive, lascia spazio alle immagini e non vi sarà difficile vedere ciò che leggerete.
Mi è piaciuta molto l'idea ed ho apprezzato il modo in cui vengono descritte le sirene. Questo racconto vi farà capire come la protagonista è consapevole di non aver altra scelta e di come la sua vita sia ingiusta. 
Una storia che si legge molto velocemente e con piacere. Un racconto che avrebbe le basi per essere sviluppato anche maggiormente ma che comunque ci regala un piccolo frammento della fantasia di Ornella. 

PUNTEGGIO


2 commenti:

  1. Grazie per la recensione e per la disponibilità ^-^

    RispondiElimina
  2. Mi incuriosisce, e poi 26 pagine si leggono subito (non c'è rischio che resti nella mia TBR per mesi prima che abbia tempo ahahah).
    Approvato!
    Baci <3

    RispondiElimina