lunedì 20 luglio 2015

Recensione: "Io e te oltre le stelle" di Beth Revis (Piemme)

Buongiorno lettori, oggi iniziamo la settimana con una nuova recensione. Vi parlo del primo volume della trilogia Across the universe di Beth Revis.
Questa serie è stata portata da Piemme in Italia e proprio questo mese sono usciti la ristampa del primo volume e il secondo libro. Ringrazio la casa editrice che mi ha dato la possibilità di leggerli.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Io e te oltre le stelle (#1 Across the Universe)
AUTORE: Beth Revis
EDITORE: Piemme
PAGINE: 414 pg
PREZZO: 14,90 euro

Link Acquisto: Amazon!

TRAMA


Amy è una passeggera della nave spaziale Godspeed. Ha lasciato il suo ragazzo e gli amici sulla Terra, perché ormai il pianeta non ha più speranza, e sta viaggiando con i suoi genitori congelata in una bara di vetro. Si risveglieranno tra trecento anni, quando la nave arriverà su Terra-Centauri. Niente, però, va come previsto: qualcuno, nel tentativo di ucciderla, la risveglia dal suo sonno di ghiaccio cinquant'anni prima del previsto. Amy si ritrova così a vivere secondo regole completamente diverse, su un'enorme nave in viaggio tra le stelle, in balia di sconosciuti tra cui si nasconde un assassino. L'unico che sembra aiutarla è Elder, il futuro capitano della Godspeed. Lui è potentemente attratto dalla singolare bellezza di Amy, che ha lunghi capelli rossi e la pelle bianchissima, così diversi da chi ha conosciuto fino a quel momento nella sua casa in viaggio nello spazio. Il ragazzo cerca di proteggere Amy, ma Amy può davvero fidarsi di lui? E quello che i due ragazzi provano l'uno per l'altra può aiutarli a capire cosa sta succedendo sulla nave o rischia di metterli ancora più in pericolo?

AUTORE:

Beth Revis è un'autrice americana di genere fantasy\science fiction rivolta soprattutto ad un pubblico giovane. 
La sua serie più famosa prende il titolo di Across the universe, composta da tre libri. 







BOOKTRAILER



RECENSIONE

Amy deve prendere una decisione molto importante. I suoi genitori hanno deciso di procedere all'ibernazione ed essere così imbarcati sulla Godspeed, una nave spaziale, per essere "risvegliati" dopo 300 anni in un nuovo pianeta. Amy non è costretta a seguirli, i suoi genitori hanno predisposto tutto per la sua vita sulla Terra, però la ragazza per amore verso la sua famiglia decide di stare con loro.
Sulla Godspeed tutto è organizzato nei minimi dettagli per mantenere la pace e la tranquillità. Al di sopra delle duemila persone che abitano la Godspeed vi è una figura più importante che mantiene questa calma e organizza la routine sulla nave, che prende il nome di Eldest. 
Quest'uomo, però, ha ormai esaurito il suo tempo di comando e insegna al suo successore, Elder, come portare avanti il suo compito nella nuova generazione.
Elder scoprirà dei misteri legati alla verità riguardanti il viaggio e la Godspeed e varie vicende porteranno Amy ad essere "risvegliata" in anticipo.
Da quel momento in poi, un misterioso assassino comincerà ad uccidere alcuni ibernati ed Amy si ritroverà a dover vedere una realtà ben diversa da come si era aspettata.
Questa lettura è stata una sorpresa, sia per l'argomento sia per come viene narrata.
La storia è molto originale e anche in questo caso tutto ciò che leggerete potrete benissimo paragonarlo alla nostra società e a dei possibili rischi a cui potremmo anche noi andare incontro.
La terra, l'aria, gli animali, le colline, il sole, la notte, le stelle..tutto è stato costruito cercando di simulare qualcosa che gli abitanti della Godspeed non conoscono ma hanno solo potuto immaginare.
Il personaggio di Amy rispecchia una figura femminile forte costretta a dover guardare una "nuova casa" finta che non rispecchia minimamente ciò che rappresentava per lei la Terra. Si ritroverà a dover convivere con la tentazione di svegliare i suoi genitori oppure di mantenerli ibernati per la loro missione originaria.
Amy affronterà la vita sulla nave con coraggio e anche se i momenti di sconforto saranno sempre presenti cercherà di cominciare ad abituarsi alla sua nuova strada.

"Cosa posso dire loro della Terra? Come posso spiegare quanto è diverso l'odore dell'aria, perché il suolo sembra più ricco, perché tu ti senti diverso per il solo fatto di sapere di avere l'intero mondo a tua disposizione? Dovrei cominciare con le montagne sempre celate dalle nuvole e dalla neve... o forse loro non sanno neppure cosa significano le parole nuvola, neve e montagna? Potrei parlare loro dei diversi tipi di pioggia, della pioggia battente che è perfetta se vuoi restare in casa a guardare un film o a leggere, della pioggia sferzante le cui gocce sembrano aghi sulla pelle o della pioggerella estiva, che rende il primo bacio col tuo primo amore ancora più dolce."

Elder, la figura maschile più importante della storia, si dimostrerà incline a dei principi diversi rispetto al suo maestro e cercherà in tutti i modi di portare la giustizia.
Il rapporto tra Amy e Elder nasce e si sviluppa nel tempo ma senza troppe forzature.
Questa storia parla di una società ridotta in schiavitù, guidata meccanicamente verso le proprie funzioni senza nessun tipo di libertà, sia mentale sia di movimento.
Questo primo capitolo della trilogia ci guida in una storia che vi farà percepire quell'aria nuova e diversa. La lettura è molto scorrevole e coinvolgente e vi posso assicurare che il finale non lascia spazio a molte domande ma ciò che vi susciterà più curiosità riguarda il futuro della nave e la sua missione. Una trilogia che merita di essere letta e che consiglio a chi è piaciuto "The Giver" visto che ho ritrovare delle tematiche riprese e incontrate anche nel libro di Lois Lowry.
Un libro che lancia dei messaggi davvero ben chiari e che per tutta la lettura vi farà vedere il nostro pianeta con occhi diversi.

PUNTEGGIO


2 commenti:

  1. Ma che bella recensione!
    Mette voglia di leggerlo subito!
    Brava Katia <3

    RispondiElimina

Cerca nel blog