martedì 7 luglio 2015

Recensione: Bunker Diary di Kevin Brooks (Piemme)

Ricominciano le recensioni e ne ho già alcune pronte per essere condivise con voi. Per questa recensione devo ringraziare la Piemme che mi ha gentilmente inviato questo libro.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Bunker Diary
AUTORE: Kevin Brooks
EDITORE: Piemme
PAGINE: 277 pg
PREZZO: 15 euro

TRAMA

Linus, sedici anni, insieme a quattro adulti e una ragazzina di nove, si trova intrappolato in un bunker, uno spazio claustrofobico da cui nessuno può fuggire. Sono stati rapiti da qualcuno che si è presentato loro ogni volta in modo diverso e non sanno perché sono stati scelti. Spiati da decine di telecamere e microfoni perfino in bagno, dovranno trovare un modo per sopravvivere. "Bunker Diary" è un incubo da vivere sulla propria pelle attraverso le pagine del diario di Linus, in un'escalation di umiliazioni, meccanismi perversi e violenza fisica e psicologica innescati "dall'uomo di sopra"


AUTORE

Kevin Brooks è nato nel 1959 a Exeter, in Inghilterra. Ha studiato Psicologia e Filosofia a Birmingham, all’Aston University nel 1980 e Studi Culturali a Londra nel 1983. Ha fatto moltissimi lavori, tra cui musicista, benzinaio, tuttofare presso un’impresa di pompe funebri, venditore di hot dog allo Zoo di Londra, impiegato di posta e controllore ferroviario. La sua carriera di scrittore è cominciata con la pubblicazione di Martyn Pig nel 2002, che vinse nel 2003 il Branford Boase Award e venne candidato al Carnegie Medal. Ha scritto anche Lucas (2002), selezionato per il Guardian Children’s Fiction Prize e per il Booktrust Teenage Prize nel 2003, e vincitore del North East Book Award nel 2004. Nel 2008 pubblica L’estate del coniglio nero, edito in Italia dall’editore Piemme.

RECENSIONE


"Un'altra cosa di cui mi sono reso conto è che non mi sono ancora descritto come si deve. Non vi ho ancora raccontato le cose che forse (forse) vorreste sapere, tipo la mia storia, i dettagli della mia vita. Però dovete vederla dal mio punto di vista, capire che cosa siete voi per me.
Per me, in questo momento, voi siete solo un foglio di carta. Al meglio, siete uno specchio. Al peggio, in mezzo per un mio fine. La verità però è che sto parlando da solo. Sto parlando di Linus Weens, uno di cui so tutto quello che c'è da sapere. So quello che ha fatto, quello che pensa, quali segreti ha. Quindi non ho bisogno di spiegare, non ho bisogno di raccontare la sua storia. E non voglio raccontarla. Sono stufo."

Questa storia parla di sei persone che in pochi giorni si ritroveranno ad essere rapite e rinchiuse in un bunker. Il libro è strutturato come un diario e la voce è di Linus.
Linus ci racconterà di come le giornate scorrono, di ciò che scoprirà sulla vita degli altri e degli avvenimenti più rilevanti.
Il diario ci parlerà anche della sofferenza, della crudeltà con la quale il rapitore destabilizzerà l'apparente tranquillità delle sue vittime.
Il tempo e il clima verranno corrotti a piacimento dell'uomo che rimane dietro alle telecamere ad osservare. Le tentazioni e i vizi porteranno una gioia apparente ad alcuni di loro per poi essere improvvisamente privati di tutto.
L'autore gioca con la psicologia dei personaggi in una storia che vi travolgerà fino a pulagnarvi con la sua freddezza.
Questa storia vi porta a percepire quel senso di soffocamento, disgusto e dolore verso la verità.
Un libro che non parla di speranza ma di un'attesa quasi snervante della fine.
Gli esseri umani diventano quasi delle cavie di qualcuno che prova piacere a manovrare ognuno dei personaggi. 
Questa lettura non la consiglio a tutti perché vengono trattate delle tematiche molto forti da poter digerire. L'autore è riuscito a scrivere in modo impeccabile tutto ciò che leggerete riuscendo nel suo scopo di travolgervi e di lasciare sulla pelle una sensazione che non dimenticherete facilmente.

PUNTEGGIO


2 commenti:

  1. Mi attira tantissimo questo libro ^-^
    Comunque ti ho nominata per il Boomstick Award :) spero ti faccia piacere : http://milioni-di-vite-leggendo.blogspot.it/2015/07/boomstick-awards-2015.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee!!! Mi fa troppo piacere :*****

      Elimina

Cerca nel blog