venerdì 12 giugno 2015

Recensione in pillole: "La Psichiatra" di Wulf Dorn



Buongiorno sognatori, nuova recensione in pillole ed è già difficile poterne parlare brevemente. Vi capitano mai quei libri in cui non vi rimane altro da dire? Questo è un libro che mi ha fatto scoprire un nuovo autore di cui mi sono follemente innamorata.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: La Psichiatra
AUTORE: Wulf Dorn
EDITORE: Tea
PREZZO: 5 euro
PAGINE: 399 pg

TRAMA


Lavorare in un ospedale psichiatrico è difficile. Ogni giorno la dottoressa Ellen Roth si scontra con un'umanità reietta, con la sofferenza più indicibile, con il buio della mente. Tuttavia, a questo caso non era preparata: la stanza numero 7 è satura di terrore, la paziente rannicchiata ai suoi piedi è stata picchiata, seviziata. È chiusa in se stessa, mugola parole senza senso. Dice che l'Uomo Nero la sta cercando. La sua voce è raccapricciante, è la voce di una bambina in un corpo di donna: le sussurra che adesso prenderà anche lei, Ellen, perché nessuno può sfuggire all'Uomo Nero. E quando il giorno dopo la paziente scompare dall'ospedale senza lasciare traccia, per Ellen incomincia l'incubo. Nessuno l'ha vista uscire, nessuno l'aveva vista entrare. Ellen la vuole rintracciare a tutti i costi ma viene coinvolta in un macabro gioco da cui non sa come uscire. Chi è quella donna? Cosa le è successo? E chi è veramente l'Uomo Nero? Ellen non può far altro che tentare di mettere insieme le tessere di un puzzle diabolico, mentre precipita in un abisso di violenza, paranoia e angoscia. Eppure sa che, alla fine, tutti i nodi verranno al pettine...

BOOKTRAILER




AUTORE

Wulf Dorn nasce a Ichenhausen, Germania. Oltre ad aver studiato lingue, ha lavorato per anni come Logopedista per la riabilitazione del linguaggio in pazienti psichiatrici. Da sempre appassionato della lettura, Dorn comincia a scrivere vari racconti sin da quando aveva dodici anni. La psichiatra è stato il suo primo romanzo pubblicato in Germania divenuto un caso editoriale.







COMMENTO PERSONALE

Questa lettura la definirei con poche parole e infatti credo che quando ci ritroviamo a vivere una storia così perfetta non rimane che il silenzio. Wolf Dorn è stato una scoperta ed diventato per me un autore a cui attribuirei solamente un titolo "Un Maestro". 
Attraverso il suo modo di scrivere ha il potere di rendere l'inquietudine una calamita ed è ciò che vi terrà incollati alle pagine.
Questa storia vi darà molti elementi che vi piacerà mescolare per creare una vostra ipotesi ma è quello che farà anche l'autore, si divertirà con voi risucchiandovi in un mix di suspence, confusione e curiosità.
Il potere di Dorn è proprio nel continuare a giocare con voi fino al colpo di scena e anche se avevate intuito qualcosa all'inizio, il modo in cui lui saprà proporvelo vi sconvolgerà lasciandovi senza parole. Questo libro mi ha ricordato quanto amo il genere thriller psicologico. Un autore che ha saputo entrare dritto nel mio cuore in una storia ricca di vera follia e di cui non voglio perdermi nessun titolo.
Per chi non l'ha ancora affrontato non perdetevi questa storia! Consigliatissimo!! 

PUNTEGGIO


2 commenti:

  1. Quando lessi questo libro ricordo che avevo paura del buio mi guardavo sempre intorno ed ero sempre all'erta. Ma da quando li lessi scopri uno dei miei autori preferiti. Ho letto tutto di Dorn e ti consiglio vivamente di leggere gli altri. Meritano tantissimo 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-)! Ho recuperato "Il superstite" e "Follia Profonda" non vedo l'ora <3! E' diventato anche uno dei miei autori preferiti!

      Elimina

Cerca nel blog