lunedì 10 novembre 2014

Recensione: Muto come un orsetto - Helfrid P.Wetwood

Torna il mio appuntamento con le recensioni dedicate ai gialli/ noir di Fratelli Frilli Editore. Non sapete la mia felicità quando ho ricevuto questo libro. Avevo già avuto l'occasione di dare spazio alla sua anteprima e già da allora la mia curiosità era cresciuta a livelli esagerati. Vi voglio parlare di "Muto come un orsetto" di Helfrid P. Wetwood una vera favola noir.

SCHEDA DEL LIBRO 


TITOLO: Muto come un orsetto
AUTORE: Helfrid P. Wetwood
EDITORE: Fratelli Frilli Editore
PAGINE: 128 pg
PREZZO: 9,90 euro
ISBN: 9788875639617







TRAMA


“Milano, via Padova, un’anziana prostituta giace assassinata nel suo letto. Il referto del medico legale recita “morte per asfissia”. In bocca e nella gola della sventurata ciocche di peli sintetici tolgono ogni dubbio circa la natura dell’arma del delitto: un peluches, un tenero orsacchiotto di cui si è persa ogni traccia. Il suo nome è Gosa e dal divano di Ginger, vecchia prostituta e sua amata padrona, è ora finito per strada, gettato via come si fa con l’arma del delitto, buttato tra le vie indifferenti di una nuova Milano da bere. Un barbone, tre spazzini, un’ex moglie, un ragazzone ritardato, un killer, un trentenne da aperitivo, uno psicologo, un meccanico, uno sbirro, un orsacchiotto che brama vendetta e poi Milano, un formicaio di peccatori che parcheggiano in doppia fila! Muto come un orsetto, una favola di mezzanotte narrata attraverso gli occhietti neri del peluches di una puttana.

AUTORE

L’autore Helfrid vive a Milano, città in cui è nato nel 1978 e dove ha conseguito il titolo di avvocato. Tra i suoi hobby spiccano la pittura e il disegno. Nel 2012, partecipando ad un concorso letterario con lo pseudonimo Olivia H. Wetwood, pubblica il suo primo racconto che, notato dal “Corriere della Sera” e dalla rivista di critica letteraria “Satisfiction”, è divenuto oggi questo romanzo.

RECENSIONE

Il protagonista di questa storia, anzi, meglio dire serie di storie, è un orsetto peluche. Avete capito proprio bene, questa lettura avrà gli occhi e la voce silenziosa del nostro amato amichetto che tutti abbiamo adorato e non smetteremo mai di adorare. La sua voce, però, in questo caso sarà forte ed esplicita e il nostro povero orsetto si ritroverà ad essere testimone di delitti e situazioni davvero singolari. Il tutto inizia con l'omicidio di Ginger, la prostituta a cui era stato regalato e a cui lei si rivolgeva spesso. La donna viene lasciata morta vicino ad un cassonetto e insieme a lei anche l'orsetto si ritroverà solo e abbandonato. Il nostro amichetto, però, nelle sue giornate con Ginger, ha raccolto la sua particolare saggezza e le perle di questa donna ci accompagneranno in tutta la lettura. 
Da questo punto in poi passerà di mano in mano a varie persone e sarà spettatore involontario di abusi, incidenti, omicidi. 
Nella lettura, oltre ad ascoltare le sue sfortunate vicende, sentiremo la voce di una Milano sporca e dark. Una Milano che non lascia conti in sospeso e che ti cattura in quell'aria irrespirabile. La Milano che conosceremo si distruggerà davanti ai nostri occhi e quello che raccoglieremo dalla descrizione dell'innocente peluche non ci piacerà. Non vorremo vederla e nemmeno sentirla in questo sfondo troppo macabro per chi la vede nella superficie. 
L'autore ha reso la voce del nostro piccolo protagonista libera e vera. La cura delle parole nel descrivere le sensazioni e i pensieri di un peluche mi ha lasciato senza parole. Il nostro peluche è arrabbiato e questa sua stanchezza viene intrecciata ad un disagio opprimente. 
I personaggi che diventeranno i proprietari momentanei dell'orsetto, si esprimono con un'ironia tagliente classificando il mondo con odio e disprezzo. Ed è proprio questo disgusto che rende Milano, agli occhi del peluche, "un manicomio luminoso per clown". 
Ognuno di loro in realtà sarà di passaggio ma le loro vicende faranno da strada per aiutare il pupazzo a scoprire di più sulla morte principale della storia, cioè la prostituta Ginger e la donna di cui lui racconta spesso attraverso le sue affermazioni. 
Trovo quest'idea originale e unica rendendo il significato di questo libro un messaggio da saper interpretare e conservare. 



PUNTEGGIO



Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog