mercoledì 29 ottobre 2014

Recensione: La variabile Costante - Vincenzo Maimone

Eccoci con una nuova recensione dedicata al noir e grazie a Frilli Editore posso presentare il libro di Vincenzo Maimone "La variabile Costante"

SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: La variabile Costante. Costante indaga tra Milano e Acireale
AUTORE: Vincenzo Maimone
EDITORE: Fratelli Frilli Editore
PAGINE: 220 pg
PREZZO: 9,90 euro 
ISBN: 9788875639938







TRAMA


L’efferato delitto di una giovane donna scuote la tranquilla routine settembrina della cittadina barocca di Acireale, adagiata ai piedi dell’Etna. La pista privilegiata è quella del delitto passionale, della lite domestica, una come tante, degenerata in assassinio.Ma forse le cose non stanno proprio in questi termini. Le vicende personali e professionali di Tancredi Serravalle, docente di Storia e Filosofia, incalzato dalla nuova preside, ossessionato dai programmi ministeriali, pungolato senza sosta dall’ironia irriverente del suo demone socratico, e del commissario Giacomo Costante, pendolare per amore della sua passionale dirigente di banca, si intersecano, intrecciandosi in una trama intensa che funge da pretesto per fotografare uno spaccato di realtà e suggerire alcuni spunti di riflessione sulla frenesia della società contemporanea. Una serie di circostanze contingenti, di più o meno fortuite variabili, come pure la morte nel capoluogo lombardo di un pregiudicato, vecchia conoscenza del
commissario, spingerà Giacomo Costante ad allargare il fronte geografico e investigativo delle indagini e ad occuparsi di palestre, locali di lap dance, aguzzini ucraini e traffici illeciti tra Acireale e Milano. Un intreccio che coinvolgerà, apparentemente suo malgrado, anche il professor Serravalle.

AUTORE

L'autore Vincenzo Maimone (Messina, 1970) si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Messina. È Ricercatore in Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. È autore di vari saggi e articoli su riviste scientifiche e della monografia, La società incerta. Liberalismo, individui, istituzioni nell’era del pluralismo (Rubbettino, Soveria Mannelli 2002). Ha pubblicato due romanzi, Un nuovo Inizio (Sampognaro e Pupi, 2009) selezionato come semifinalista al Premio Scerbanenco; e L’ombra di Jago (Sampognaro e Pupi, 2011). È appassionato di cucina e ama andare in giro in sella
alla sua Harley Davidson.


RECENSIONE

Ci troviamo ad Acireale e in una normale giornata di routine arriva una telefonata da parte di una donna in lacrime e sotto shock. Il commissario Costante, appena tornato da Milano, si ritrova subito coinvolto in un delitto brutale. La vittima sembra infatti essere una giovane donna ma lo stato del ritrovamento del corpo scuote gli animi di tutti coloro che dovranno vederlo. Molte sono le supposizioni e la vittima sembra nascondere qualcosa di misterioso.
Non voglio dilungarmi nella trama perché ci tengo particolarmente a parlare di questo libro dal mio punto di vista. 
Seguiremo le vicende di due personaggi principali, il commissario Costante e il suo amico professore Tancredi. I due uomini ci parleranno con franchezza dei loro pensieri, dei loro dubbi verso la società, delle loro inquietudini e ci guideranno attraverso la loro normale routine in alcuni eventi che cominceranno lentamente ad intrecciarsi l'uno con l'altro.
Sono due uomini riflessivi, osservatori della vita, due personalità importanti che amano il proprio lavoro ma che allo stesso tempo vorrebbero poter fare di più di questo loro ruolo. 
L'autore ci regala delle descrizioni degli ambienti ricche di dettagli riuscendo a farci percepire la luce e l'odore presente. Ritrovarsi ad immaginare quei luoghi non sarà difficile perché avremo tutti gli elementi per vederli e sentirli come reali.
La storia sarà ricca di colpi di scena e gli eventi della narrazione, durante la lettura, si legheranno con armonia introducendoci sempre di più dietro al mistero di questo delitto. 
Le vicende spazieranno fino a Milano e il nostro commissario si ritroverà sorpreso di come un'evento casuale tornerà nella sua vita con prepotenza spiazzandolo. 
La scrittura di questo libro ci porta nelle atmosfere di questa storia e ci coinvolge totalmente portando noi stessi a chiederci quali collegamenti verranno alla luce e renderanno tutto più chiaro. 
E' una lettura che ha bisogno del tuo tempo e ci porta a dargli tempo. Ci ritroveremo a volerla prolungare nonostante la curiosità spinga sempre più in la. 
Questa storia va assaporata perché è scritta, per quanto mi riguarda, davvero molto bene. L'ho percepita come una storia vera e se posso permettermi di dirlo anche molto attuale. 
Consiglio la lettura dei libri di questo autore perché ha saputo davvero colpirmi grazie al suo modo di scrivere molto accurato.


PUNTEGGIO





Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog